Zona living e cucina con opere d’arte di Lorenzo Vitturi, luci Foscarini e ex.t, vernici Caparol, sedie Vitra ©Claudia Zalla
meanwhile

Lorenzo Vitturi firma una casa d’artista in Molise

di Alessia Delisi - 4 Dicembre, 2019

A Civitacampomarano, nell’entroterra del Molise, la storica Casa Cuoco torna a vivere grazie ad Airbnb e all’artista italiano Lorenzo Vitturi. Che per l’occasione realizza un intervento site specific dalle intense sfumature del blu.

Si chiama Casa Cuoco, sorge a Civitacampomarano, in Molise, ed è una dimora che tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento ospitò lo storico e politico italiano Vincenzo Cuoco. A trasformarla ora in una vera e propria casa d’artista ci ha pensato Airbnb, inserendola nel più ampio progetto di riqualificazione di 40 borghi italiani. La firma dell’intervento site specific per la residenza è quella dell’italiano Lorenzo Vitturi (Venezia, 1980 – vive e lavora tra Venezia e Londra), il quale ha dato vita a un trittico fotografico quasi monocromo che, come racconta la curatrice Federica Sala, «intreccia la fotografia e la scultura grazie a un lavoro sui materiali, sulle forme e sui colori».

Ingresso della casa con opera d’arte di Lorenzo Vitturi, neon F-Art, vernici Caparol ©Claudia Zalla

Punto di partenza del progetto di Vitturi è una rilettura non soltanto del borgo e del territorio – Civitacampomarano è diventato noto negli ultimi anni per i numerosi interventi di street art che animano strade ed edifici – ma anche dell’opera dello stesso Cuoco, la cui dualità tra terra e mare descritta nel romanzo Platone in Italia ispira la creazione di un totem arcaico (realizzato raccogliendo alcune pietre e altri oggetti abbandonati del paese), poi fotografato e infine virato cromaticamente in un’intensa sfumatura di blu. Il risultato è un’opera d’arte profondamente in dialogo con le stanze della casa dove è collocata. “Oltremare Est Ovest”, “Oltremare Sud” e “Oltremare Nord” sono così i tre elementi che compongono l’intervento, posizionandosi secondo l’orientamento cardinale del borgo.

Zona notte con opera d'arte di Lorenzo Vitturi, luci Foscarini, vernici Caparol, specchio paradisoterrestre ©Claudia Zalla

La riqualificazione architettonica della struttura si deve invece a Eligo Studio, brand che per la progettazione degli spazi si rifà alla tradizione artigianale italiana. Riprendendo il tema dei volumi monocromi, i diversi ambienti della casa – strutturata come un loft – sono delimitati da tinte grigie, rosa cipria e azzurre. Il fil rouge è costituito da strutture lignee che diventano via via un divano, un modulo cucina, un tavolo e un appendiabiti. Realizzata con il supporto di importanti aziende di design – tra cui Foscarini, Bitossi Home, Smeg, Moroso, Vitra, cc-tapis e paradisoterrestre – Casa Cuoco sarà prenotabile sulla piattaforma Airbnb​ a partire da gennaio 2020.

Ti potrebbe interessare anche