mostre

Marginalia. Le forme della libertà

a cura di Valerio Dehò

Pavia, Castello Visconteo
Fino al 28 febbraio 2022
MadMeg, Patriarca e sedia lavorata_n.20, Le Laborieux, 2021, inchiostro di china su carta, 200×140 cm

È una mostra ricca di universi visionari e di personalità eclettiche quella che va in scena dal 20 novembre 2021 al 28 febbraio 2022 al Castello Visconteo di Pavia, dal titolo “Marginalia. Le forme della libertà”.
L’esposizione, curata da Valerio Dehò, presenta oltre trenta lavori – tra tele, grandi opere su carta e installazioni – di tredici artisti contemporanei, italiani e internazionali, che hanno portato nel mondo dell’arte la propria personalità senza compromessi, talvolta pagando lo scotto di rimanervi esclusi.

  • Francesco Bocchini, Le nozze di Eva e Adolf, 2010, meccanismo a basamento, vetro, lamiera di ferro, colore a olio, 60x44x61 cm
  • Aldo Mondino, The King, serie di 12 lavori, tempera grassa su tela,140x130
  • Carol Rama, Ritratto di ragazza, 1948, inchiostro su carta, 22x20,5 cm
  • Madmeg, Patriarca e sedia lavorata_n.20, Le Laborieux, 2021, inchiostro di china su carta, 200x140 cm
  • Mattia Moreni, Autoritratto n.6, olio su tela, 240x200 cm
  • Nicola Troilo, Senza titolo, 2009, acrilico su tela, 120x110 cm
  • Yayoi Kusama, Paio di scarpe argentate dipinte dall'artista